.
Annunci online

ideazzurra
L'unica cosa di cui aver paura? E' la paura stessa. (Franklin D. Roosevelt)
POLITICA
31 agosto 2014
FAUSTO BERTINOTTI DICHIARA : IL COMUNISMO E' MORTO, HA FALLITO, ESSERE LIBERALI E' GIUSTO!
Lo so che può dare fastidio, però noi di Ideazzurra te l'avevamo detto già da tempo.

Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti, tutti gli uomini sono stati creati uguali, dotati dal loro Creatore di Diritti inalienabili, fra questi ci sono:


la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità.




E' la fine di un epoca, il sogno di Karl Marx è stato sconfessato da uno dei più grandi esponenti del Partito Comunista Italiano.



LIBERTA' E DEMOCRAZIA -- Ecco, vi invitiamo a venire come i Greci alle Termopili, senza bandiere rosse, verdi, o bianche; né borboni, né leghisti, in nessun modo secessionisti. Il Nord non esiste, il sud nemmeno. Impegniamoci a mantenere solo la bandiera nazionale, l'unico slogan che suonerà sarà viva l'Italia, nostra madre, con Roma e per Roma, città eterna di tutto il mondo ! -- Come disse Giuseppe Mazzini, la nuova ideologia sarà :  DIO  e  POPOLO. --
POLITICA
30 dicembre 2011
E' morto King Kong, i sudditi lo chiamavano Kim Jong, il caro leader


POLITICA
12 ottobre 2010
POVERA PATRIA, SILVIO BERLUSCONI E' PEGGIO DI PRODI, Wen Jiabao IN ITALIA?


Mentre in Norvegia, assegnano un premio nobel a Liu Xiaobo, un Anticomunista cinese, un eroe per quelli come me, perché fare l’anti-comunista in Cina non è affatto facile, e spesso si paga con la vita. - Vediamo il Premier Berlusconi che se la ride con il responsabile della Cina di oggi, di quella Cina che opprime e nega il diritto di “essere umani” a circa un miliardo di persone, provo vergogna per quello che vedono i miei occhi. Sono convinto che né Fassino, né D’Alema sarebbero mai arrivati a tanto, e non esagero se dico che Berlusconi qui ha superato anche Diliberto, e mi sono limitato a considerare solo qualche frammento di politica estera, non ho volutamente parlato di tutte quelle riforme mai fatte, né tanto meno di tutte quelle promesse disattese, probabilmente aveva ragione

Indro Montanelli quando diceva:

Berlusconi è una di quelle malattie che si curano con il vaccino.

E per guarire da Berlusconi ci vuole una bella dose di

vaccino Berlusconi.

Bisogna vederlo al potere.

E io mi sono vaccinato, ecco lo scopo di questo post,

fornire il vaccino giusto.





Scarica il documento PDF da 900kb
politica estera
16 giugno 2008
UNO STATO SENZA IL COMUNISMO? "SI PUO' FARE" (PARTE 3 FINE)

In U.S.A. non è mai esistito il comunismo

Il Maccartismo [l’inquisizione anticomunista]

 

Scritto da Isacco  per  ideazzurra

“Io dico che un comunista in una caserma dell’esercito è un comunista di troppo. Un comunista nella facoltà di un’università è un comunista di troppo. Un comunista tra i consiglieri americani di Yalta è un comunista di troppo. E anche se ci fosse stato un solo comunista al Dipartimento di stato, sarebbe stato un comunista di troppo”.

J. McCarthy Il 9 luglio 1952 convention repubblicana.

Come ampiamente scritto nella parte precedente, era già presente un movimento anticomunista negli anni ’40 in U.S.A.  Quindi fu istituita una commissione ad hoc per contrastare movimenti anarchici, pseudo-nazisti e comunisti, chiamata "HUAC".

Inoltre la dottrina Truman, quella del contenimento del comunismo iniziata nel ’47, pur essendo necessaria per il contesto storico e sociale che si era creato nella metà del secolo delle due guerre, nota come “dottrina del contenimento del pericolo rosso”, spianò la strada alle idee conservatrici cavalcate  dai repubblicani dell’epoca, che già intravedevano, un possibile spiraglio, un’opportunità servita dallo schieramento opposto per accantonare definitivamente le logiche del “new deal” Roseveltiano fatte di aiuti  di stato e politiche sociali distribuiti per uscire dalla recessione degli anni ’30 del secolo scorso.

 La paura largamente diffusa fra la popolazione USA, era ampiamente giustificata dai successi ottenuti nel vecchio continente, dai partiti sovversivi e rivoluzionari, ispirati ai comunisti marxisti. Vista la rapidità dell’espansione sovietica in Europa, la Cina divenuta anch’essa in poco tempo comunista a seguito di una sanguinosa rivolta,  tornava utile coltivare prudenza, nei confronti del nascente partito comunista americano, che tuttavia, gia contava alcune decine di migliaia di iscritti, ramificava i suoi consensi all’interno di alcuni sindacati e movimenti di lavoratori di tutto il continente nord-americano.

Il maccartismo è un periodo storico che dura dal 1950 fino al 1954, prende il nome dal Senatore repubblicano del Wisconsin Joseph McCarthy che incentra la sua campagna elettorale tutta su un solo obbiettivo, la cacciata dei comunisti infiltrati nelle istituzioni statunitensi.

 Come ampiamente premesso, il senatore McCarthy non trova forti resistenze nella scalata verso il senato, abbatte con facilità il suo avversario nello stato del Wisconsin, e si pone al vertice della commissione d’inchiesta istituita per scovare i sovversivi cospiratori anti-americani. - "commissione diversa da quella già presente, ovvero la HUAC". -

Sembra che l’America stesse aspettando l’eroe, il patriota dotato di illuminato ingegno capace di riportare velocemente, la società americana fuori dal pericolo rosso.

 

Ecco nel febbraio del 1950 iniziò il suo percorso inquisitorio dichiarando apertamente: “Ho qui una lista di 205 persone, note al Segretario di Stato per essere membri del Partito comunista, e ancora lavorano al Dipartimento, formandone la politica”.

 Chiaramente il seguito fu immaginabile, la commissione da lui presieduta esaminò scrupolosamente  ogni carta, ogni riferimento che potesse condurre a politici, attori, giornalisti, intellettuali o interi comparti di istituzione pubblica a collegamenti anche occasionali e remoti nel tempo con associazioni socialiste filo-marxiste.

 

Molto presto questo comportamento diffuso, altamente inquisitorio, fu chiamato "THE WITCH HUNT".
La caccia alle streghe era caratterizzata da una sequenza sempre uguale, inquisizione, la scelta espulsione o condanna da scontare in carcere, mentre  nei casi più lievi comportava l’espulsione da ogni incarico pubblico, in quelli più gravi poteva arrivare alla pena di morte.

 Nel periodo più acuto del maccartismo, la pena di morte non si fece attendere troppo, infatti furono scoperti e processati i coniugi Ethel  e  Julius Rosenberg, entrambi furono accusati nel ‘51 di spionaggio filo-sovietico e cospirazione, furono incriminati inoltre, di aver passato i segreti sulle armi atomiche, ad agenti segreti sovietici. Furono condannati entrambi alla sedia elettrica nel ‘53, i due figli ancora incapaci di badare a se stessi da soli furono affidati alle strutture sociali. L’America montò enormi proteste, ma non li salvò dal boia, qualcuno disse che la libertà era morta, molti erano ormai stanchi dell’inquisizione, era il periodo più buio del dopoguerra e aveva il sapore amaro del sospetto, ma la voglia di scrollarsi del pericolo rosso, strisciante e subdolo era ancora sentito nella società dell’epoca.

Il maccartismo terminò nel ’54 a seguito di una mozione di sfiducia della commissione che di fatto estrometteva il senatore McCarthy dal ruolo, causando allo stesso un trauma dal quale non si riprese mai più. Così, sprofondò in una grave depressione  accompagnata da uno smodato alcoolismo, quindi morì nel ’57 a soli 50 anni di età.

Ma l’anticomunismo, il controspionaggio continuò con altri volti al potere, con alternanza di metodiche avvolte anche simili a quelle già tristemente note, anche se in maniera più velata, in modo tale da garantire  il ritorno alla serenità e libertà che da sempre ha caratterizzato il valore dominante del popolo americano.

 

Retroscena del maccartismo

[verità nascoste]

 

Tutto quello che ho scritto sopra alla linea orizzontale è storia nota. Ma ora voglio approfondire con nuovi risvolti, sconosciuti ai molti americani dell’epoca, ma non all’FBI. Il primo risvolto riguarda proprio il caso Rosenberg, che mi trova ovviamente contrario alla pena di morte per principio, ma senza ipocrisia di circostanza, dopo più di 50 anni, con la decifrazione delle comunicazioni sovietiche da parte del progetto VENONA, oggi si scopre che Julius e Ethel Rosenberg erano attivamente coinvolti nello spionaggio sovietico.

[E’ chiaro? Era una spia sovietica non una strega, né quantomeno un innocente!]

 

Ecco alcuni documenti trasmessi da loro a Mosca:

 

Documento Venona 21-sett 1944

Documento Venona 17-nov 1944

 

Ovviamente i progetti dell’atomica non sono di pubblico dominio, quindi non credo siano pubblicabili in alcun modo.

 

La lista dei 205 Comunisti eccola -– Clicca --

Riguardo al senatore McCarthy, di solito non si erigono monumenti a chi a mosso il braccio del boia, oppure a chi ha esercitato il suo potere oltre al limite consentito, con lo scopo di allontanare un pericolo allora strisciante, oggi quasi inesistente.

Ma vanno sicuramente considerati i dubbi che ancora oggi dividono le coscienze e l’opinione pubblica:

Il senatore J. McCarthy è considerato un patriota americano protagonista dell’anticomunismo nel periodo della guerra fredda per molti, mentre per altri al contrario, era un inquisitore paranoico che dava la caccia alle presunte streghe comuniste con assenza prove concrete, condannando persone in base ad accuse infondate.

Comunque voi la pensiate a riguardo, io credo che chiunque accentri esclusivamente su di se i riflettori per eccesso di protagonismo, alla fine paga ingiustamente un clima voluto da altri, per motivazioni di carattere politico oppure perché quando un “eroe anticomunista” oppure “un semplice inquisitore” diventa scomodo, e alla fine dei giochi, bisogna fermarlo, magari denigrarlo renderlo ridicolo quindi condannarlo. Non è il primo né l’ultimo caso di patriottismo dimenticato o distorto nel tentativo di cambiarne l’essenza, ne è piena la storia e dubito che personaggi di questo calibro vengano considerati con la loro vera forma.

 

Il senatore J. McCarthy da inquisitore, si trova oggi sul banco degli imputati come primo responsabile di un periodo orribile. Ma come poteva creare quel clima di inquisizione senza la complicità delle istituzioni politiche che lo hanno prima supportato e poi scaricato?

È giusto che rispetto al clima rivelatosi fatale per qualcuno, dannoso a molti poi abbia pagato solo McCarthy con la sua estromissione?

Certamente il clima del maccartismo favori l’ascesa repubblicana del generale Eisenhower alla carica di Presidente degli Stati Uniti, cavalcando nel 1952 la caccia alle streghe, criticando l’amministrazione democratica Truman e il New Deal Roseveltiano.

Ma come tutti sappiamo da neo-presidente non abolì gli effetti positivi delle precedenti amministrazioni.

[queste cose le ha fatte solo Prodi in Italia.]

 Il presidente Harry S. Truman?

Non si candidò nelle file dei democratici, si dedicò ad associazioni che si occupavano dello sfruttamento dell’energia nucleare per scopi pacifici. 

L’ALBA DI UNA NUOVA ERA LIBERA DAL COMUNISMO E' APPENA COMINCIATA IN AMERICA, E PROSEGUE IL SUO CAMMINO INDISTURBATA FINO A I GIORNI NOSTRI   E   VA   OLTRE.

9 NOVEMBRE 1989 CADE IL MURO DI BERLINO, SUCCESSIVAMENTE CADE IL BLOCCO SOVIETICO, “LA RUSSIA E’ CAPITALISTA”, IL   REGIME   MARXISTA  DOPO 72 ANNI  DI  PESANTE  DITTATURA   RACCOGLIE   IL SUO   FALLIMENTO.

Good night and good luck!
politica estera
6 giugno 2008
UNO STATO SENZA IL COMUNISMO? "SI PUO' FARE" (PARTE 1)

 

In U.S.A. non è mai esistito il comunismo, perché?

[parte introduttiva] Segue nel prossimo articolo.

 

Scritto da Isacco   per    Ideazzurra

 

Quanti di voi si sono chiesti: Ma perché il comunismo non è mai entrato nella società civile Statunitense?

Ecco, pur essendoci una corposa società multi etnica, formata da popoli provenienti dall’Europa, nonché dall’Africa. Non ha mai attecchito in U.S.A. l’idea della lotta di classe, l’anticapitalismo e il bisogno di una rivoluzione proletaria.
 Quindi nulla e presente in U.S.A. della matrice marxista che è la madre di tutte le dottrine di sinistra, ancora oggi presente nei paesi neo-latini dell’Europa occidentale.
 

Ma questo può avere dell’inspiegabile, se si pensa che l’America è stato il paese che ha importato milioni di schiavi dall’Africa, potenzialmente i primi a poter usufruire i vantaggi di una possibile rivoluzione comunista d’oltre oceano.

Ma cosa molto strana, la storia non è andata così, infatti si è parlato e forse si parla tuttora di black power [Obama?] ma non visto con i canoni anti-capitalistici e filo-sovietici, bensì in termini di idee “democratici” o “repubblicani” paragonabili entrambi a due grossi partiti di centro destra, con idee nazionalistiche sociali e liberiste i primi, quindi con idee molto più nazionalistiche, conservatori e liberali i secondi.

Ecco se fate un po’ di confusione è normale, infatti in America il contenuto dei programmi è molto simile fra i due partiti, ma per semplicità si può dire che  i “Democratici” sono più sensibili ai problemi sociali, i “Repubblicani” sono più orientati ai problemi di sicurezza e stabilità di quei valori originali conservati nell’idea dei padri fonatori dell’America.

Ecco, la partita fra Obama e Mc Cain si gioca tutta lì, non esiste in America la cancellazione delle leggi del precedente governo, oppure il problema del ponte sullo stretto, se farlo oppure no, oppure il problema rifiuti di New York.
Tutto questo e reso possibile da uno stato “COLLABORISTA”, in U.S.A. i tre poteri dello stato [Legislativo, Esecutivo, Giudiziario] non fanno la gara al monopolio [vediamo qua chi comanda!], ma collaborano attivamente al benessere esclusivo della nazione.

Apro una parentesi tutta italiana: “La magistratura Napoletana, sta collaborando con il potere esecutivo dell’attuale governo?”. Rispondo: NO, è malata di protagonismo ostacolatore, che impedisce di fatto la presa di decisioni urgenti.

Non permette con il suo fair play, la gestione di situazioni che meritano posizioni estreme anche impopolari. Mentre consente a mafiosi di uscire ingiudicati e liberi, contribuisce allo stato di insicurezza che ogni cittadino onesto e rispettoso dello stato sente sempre crescente.

No la giustizia non è improntata sul concetto di giustizia popolare, alcune sentenze sembrano partorite da strani marziani, non solo non soddisfano i bisogni di giustizia di noi Italiani, ma sembrano un insulto a chi ha atteso anni per una sentenza di cassazione.  Se si istituisse una larga giuria popolare in tribunale, forse le sentenze dei giurati sarebbero molto diverse da quelle che si sentono oggi.

Ma tornando all’America, come mai nessuno ha mai chiesto o inneggiato alla rivoluzione bolscevico-proletaria, come mai nel sogno Americano non c’è spazio per le bandiere rosse, per la falce e martello.

 Anzi se ricordo bene, gli americani sono stati sempre favorevoli a far riposare quei pochi comunisti venuti fuori dal secondo dopoguerra, su comodissime sedie elettriche dell’ultimo grido, oppure affidati a scafisti all’incontrario che li riportassero fuori dal territorio U.S.A.
Cosa dire di più, noi facciamo tante storie per il reato d’immigrazione clandestina, loro hanno il reato di “comunismo” unito a quello di cospirazione, infine quello d’immigrazione clandestina.

Concludo, non mi sembra che i loro carceri trabocchino di clandestini, oppure di vedere aule di tribunali stracolme di scafisti.

Come sono arrivati loro ad un sistema cosi ben organizzato?

Lo vedremo nel prossimo articolo di Ideazzurra. 

Ora facciamo solo un confronto:

U.S.A.(Federal republic) contro Italia (Bananas republic.)


 

sfoglia
maggio        ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



click on flag to view
ideazzurra in english


Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti, tutti gli uomini sono stati creati uguali, dotati dal loro Creatore di Diritti inalienabili, fra questi ci sono, la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità

DICHIARAZIONE D’INDIPENDENZA USA 4 LUGLIO 1776



GOD BLESS AMERICA AND ITALIA
UNITED WE STAND


FORZA ITALIA
CAMPIONI AZZURRI
SEMPRE VINCENTI




Indirizzo E-Mail:
open_linus@libero.it












Io dico che un comunista in una caserma dell’esercito è un comunista di troppo.
Un comunista nella facoltà di un’università è un comunista di troppo.
Un comunista tra i consiglieri americani di Yalta è un comunista di troppo.
E anche se ci fosse stato un solo comunista al Dipartimento di stato, sarebbe stato un comunista di troppo.

J. McCarthy Il 9 luglio 1952 convention repubblicana.



click For english version of ideazzurra





_________________________________________________________

ideazzurra

↑ Grab this Headline Animator



_________________________________________________________

Add to Technorati Favorites

http://www.wikio.it
Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360°
 provenienti dal mondo dei blog!
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Registra il tuo sito nei motori di ricerca